utenti online

 16 visitatori e 1 utente online

Statistiche

Utenti : 10216
Contenuti : 2820
Link web : 1
Tot. visite contenuti : 2242101
Home Genova fatti e notizie
Genova
Moni Ovadia stasera A Genova al teatro della corte,ingresso libero PDF Stampa E-mail
Scritto da Gianfranco Belletti   
Lunedì 11 Luglio 2011 08:24

Presentando nel 2010 il rapporto di Amnesty, Moni Ovadia ha scritto: "La spietata ideologia mercatista, soprattutto in tempi di crisi, è sempre più insofferente verso la inviolabilità del diritto e pretende di subordinare la dignità della vita alle ragioni dell'economia.
L'azione combinata della logica del privilegio e di quella del potere rischiano di fare implodere il senso stesso del diritto e di fare della Terra il pianeta dei diritti negati.
Potremo ascoltare Moni Ovadia ed il quartetto d'archi Art Nouveau lunedì 11 giugno alle ore 21 al teatro della Corte (Genova, zona Brignole) nel quadro delle iniziative organizzate dal forum cultura nel decimo anniversario del g8.
Il programma completo delle iniziative su www.genova2011.org
Grazie a chi vorrà aiutarci a far circolare questa notizia. L'ingresso è libero

 
ValSusa chiama, Genova risponde,per il 3 luglio ci saremo PDF Stampa E-mail
Scritto da Felice Airoldi   
Venerdì 01 Luglio 2011 13:20

Andremo in val Susa (DEFINITIVO)

Abbiamo deciso col NO GRONDA di optare per la scelta di usare le auto 
private, perchè più anonime e "maneggevoli" dei Pullman in modo di 
evitare che ci blocchino in autostrada impedendoci di arrivare al campo 
di volo di Susa per le 9.00 di Domenica 3 Luglio 2011
Abbiamo concordato di trovarci con più auto possibili presso il 
parcheggio pubblico a Sampierdarena, in via Dino Col adiacente al 
SATURN alle 6.30, così da ottimizzare i posti auto, così che, se sono 
troppe le lasciamo ferme.

SI SUGGERISCE A CHI VUOLE PARTECIPARE DI METTERSI D'ACCORDO CON FELICE AIROLDI  telefonicamente 345 796512 o negozio 010 6533805.
PER CHI VOLESSE ANDARE IN TRENO, LA PARTENZA è ALLE 6.00 DALLA STAZIONE 
DI PRINCIPE.

Felice
Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Luglio 2011 13:25
 
Maltrattamenti e uccisioni animali, rimettiamo all'attenzione delle autorita' Genovesi PDF Stampa E-mail
Scritto da Marcia su Roma in difesa dei diritti degli animali   
Mercoledì 22 Giugno 2011 21:26

Troppi casi nel ponente ligure di maltrattamenti contro animali,richiamano e devono richiamare attenzione,per ora solo di cittadini ,sarebbe opportuno che le autorita' si pigliassero qualche opportuno appunto.
Nel comune di Arenzano, nella provincia di Genova ,da diversi mesi stanno accadendo brutti episodi  e uccisione di animali .

Qui un esempio di aprile:

Arenzano: un Germano Reale con una freccia di balestra nel collo

http://www.geapress.org/caccia/genova-con-la-freccia-di-balestra-conficcata-nel-capo-foto/14684

http://www.tutelafauna.it/News/Fauna/Arenzano_Un_Germano_Reale

Recentemente hanno anche aggredito un coppia di cigni nel parco per rubare loro le uova:

Teppisti nel Parco di Arenzano rubano uova ai cigni

http://www.geapress.org/il-maltrattamento-e-la-sua-legge/genova-%E2%80%93-il-ladro-di-uova-di-cigno/15713

http://www.genovaogginotizie.it/cronaca/2011/5/25/news-22971/arenzano-picchiano-cigni-del-parco-rubano-le-uova.html
-----------------------------
continua

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Giugno 2011 22:38
 
Perchè i 4 SI al Referendum? la certezza di fare la cosa giusta. PDF Stampa E-mail
Scritto da gianni de martino   
Domenica 05 Giugno 2011 16:24

 

Un soleggiato pomeriggio nel centro storico genovese, tutto procede normalmente. Almeno sembra.
<Signora lo sa che sono arrivate in Italia le radiazioni da Fukushima?> <Ma figurati! E alla TV non dicono niente? Ma è uno scandalo siamo sotto referendum!> ..Non lo sa.
<Ciao! cosa ne pensi del fatto che alcuni alimenti in Italia sono contaminati dallo Iodio radioattivo arrivato da Fukushima?>  <Ahahah!> Sorride la studentessa <Io non ci credo che la nube è arrivata fino qui! E' Impossibile!>.  Tenerezza. Si stringe il cuore..
Non lo sanno..
Non sanno che le emissioni radioattive della centrale di Fukushima hanno ormai da settimane superato i valori di Chernobyl, o che il Codacons Liguria ha denunciato la Tepco per disastro ambientale.
Non sanno che Tepco aveva falsificato per anni i report dei controlli di sicurezza: il Giappone è il paese con il maggiore debito pubblico, e chi lo segue a ruota?  L'Italia, distaccando gli altri stati di varie lunghezze. http://www.economicshelp.org/blog/wp-content/uploads/2010/02/euro_debt.gif.
Si presuppone quindi che non sanno che le centrali italiane http://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2011/03/17/litalia-verso-il-nucleare-esplosivo/mappa-centrali-nucleari-in-italia/ faranno probabilmente la stessa fine di quella giapponese, stando ai numeri.
Non sanno che in Francia il CRIIRAD, la più grande rete di ricerca e informazione d'Europa per quello che riguarda la radioattività, ha invitato la popolazione a non ingerire acqua piovana, latte e verdura a foglia larga, e tutto ciò è successo da mesi.
Non sanno neanche che in Francia e in Finlandia vi sono centrali nucleari con reattore EPR (giudicato ormai pericoloso dall'autorità di sicurezza nucleare) con alcuni problemi tecnici., e non lo sanno che i limiti attuali non sono adeguati alla normativa EURATOM.
Non sanno che i limiti in Giappone sono appena stati bellamente triplicati senza nessuno studio valido che assicurasse che cio non fosse pericoloso.
Non lo sanno dunque che il latte contaminato Italiano è rischioso per i bambini più piccoli secondo la Direttiva Europea. D'altronde se il latte materno contaminato da 8 Bq/l di Iodio radioattivo in Giappone è considerato pericoloso, il valore non si discosta molto da quello rilevato dall'ISPRA nel latte Italiano.
Nessuno sa niente.
C'è solo un calderone di piccole, disorganizzate, mezze  informazioni sparse per il web, più che altro all' 'estero e a parte gli studi del sottoscritto null'altro di esaustivo sulla questione, almeno in Italia. Come è possibile?! è possibile! Siamo nel paese dove tutto è possibile.
Siamo nel paese dove Tizio dice: <Scusate forse ci sono le radiazioni!> e il giorno dopo arriva a sorpresa una telefonata in diretta dalla radio che lo fa parlare per otto minuti e infine gli dice che sarà probabilmente denunciato per procurato allarme. Bensvegliato Lorenzo.
*** Parte da fare semmai in altro articolo e linkare
E'  stato l'inizio di un'epopea, perchè beh, . Ecco come sono andate le cose in Italia:
***
-Arrivano le radiazioni (25-27 marzo)
-Tizio se ne accorge (povero, unico, sfigato Italiano che si rende conto della situazione) e dopo varie peripezie viene ricevuto 3 volte dall  Arpal.
-Gli enti negano e intimano di non procurare allarme dicendo che semplicemente il contatore Geiger di Tizio è stato colpito da  raggi cosmici ed è starato.
-Tizio fa notare che anche nei loro dati vi sono variazioni ma affermano che sono da interpretare
-Esce miracolosamente  un articolo su il Giornale, enti tutti zitti, Tizio inizia in compenso a ricevere milioni di chiamate e mail..
-Parte la battaglia, si dirottano le perplessità su enti e giornali che tacciono e negano nonostante l'enorme mobilitazione.
-Tizio con dei volontari fa emergere una quantità di dati tale da costringere ARPA (anche se in grande silenzio) a pubblicare sul loro sito  le variazioni dopo settimane dal mio intervento.
-Anche l'ISPRA intanto è costretta di conseguenza a pubblicare dei dati, ammette la variazione, minimizza la vicenda, ma i media  continuano a non comunicare nulla.
-Miracolosamente Tizio riesce a far uscire un altro articolo su il giornale.
-Viene messa su una rocambolesca, quasi fantozziana rete indipendente per raccogliere informazioni, venire a capo della questione e  informare tutti quelli che era possibile in vista del referendum. (e come affermo dall'inizio della vicenda ciò equivale ad andare al raduno  delle Ferrari con la Panda).
-Settimane a cercare qualcuno disposto a publicare i pezzi.
-Settimane passate a scrivere e parlare alle persone una ad una per sensibilizzare e far leggere gli articoli.
-La vicenda viene gridata al concerto di Caparezza a Genova. Visto che la stampa continua a tacere e non trovando altro metodo si è  optato per questa soluzione. L'effetto mediatico è stato grazie al cielo ottimale (questo significa che al momento in Italia Caparezza è a  livello informativo più efficace di tutte le  maggiori testate giornalistiche)
-In tutto ciò Tizio ha ricevuto svariate minacce anonime ed è dovuto ricorrere alla protezione (fortunatamente gratuita) di Avvocati Senza Frontiere e Movimento  per la Giustizia Robin hood di Pietro Palau Giovannetti.
-Impiegate fino adesso da Tizio circa 800 ore di lavoro, senza lucro, perdendo 3 mesi di studio e ogni tipo di vita sociale nella speranza di  tutelare la Repubblica e i Cittadini.
-Nonostante tutte le teorie siano confermate l'arcano sembra continui ad aleggiare intorno alla vicenda.
-Viene proposto di risolvere la questione con un bel Bungabunga tutti insieme appassionatamente.
-Si declina l'offerta e si mette tutto nelle mani di Santoro sperando che si renda conto della circostanza.
Ecco in un paese normale invece sarebbe andata così:
-arrivano le radiazioni
-gli enti se ne accorgono
-si uniscono gli sforzi per informare e iniziare a trovare una soluzione a quello che è un problema che affligge l'intero  globo.
Roba da 5 minuti***
*** fine parte
Ma veniamo al parere di due persone più consapevoli dell'arrivo della nube di Fukushima anche se preferiscono rimanere nell'anonimato dati i ruoli statali che occupano e visto che la vicenda non è ufficiale. Chiara ad esempio è una ragazza che si è recentemente arruolata nell'Esercito Italiano e, conoscendo Tizio personalmente, ha informato i suoi compari sulla vicenda della nube tossica. E' interessante sapere cosa ne pensano a riguardo nell' ambiente militare <Dai superiori sono mal viste anche la barba e le basette quindi non mi stupirei se il tuo lavoro fosse disprezzato. Con i miei pari siamo comunque in media contrari alle centrali nucleari, pensa che in caso di disastro saremmo i primi a dover andare a morire per cercare di tamponare la situazione> Innegabile in effetti. Continua poi <ho sentito Greenpeace, sulla nave a 40 Km dalla terraferma in zona Fukushima la radioattività aveva livelli potenzialmente letali, si sono barricati dentro aspettando di essere lontani>
Il professor Bianco (nome fittizio) dell'Università di Genova dopo essersi compilmentato per lo studio illustratogli afferma invece <Il fatto che i limiti Euratom non siano rispettati è innegabile. Il problema grosso è che i limiti Euratom sono stati studiati da "scienziati" e si basano su numerosissimi esperimenti scientifici inconfutabili e documentati, mentre i limiti della Commissione Europea sono ricavati per lo più da medici sulla base di calcoli probabilistici>
<Ma perchè hanno dovuto alzare i limiti?> <Esclusivamente per motivi commerciali, non certo perchè fa bene alla salute> risponde il Professore con aria rassegnata.
Tutto ciò come si chiama? Negligenza, imperizia, imprudenza? Forse. Forse anche.
Tutto ciò è la dimostrazione del fatto che lo stato è impreparato, non ci tutela, non ci da voce, ci fa credere ciò che vuole e commette qualcosa di scorretto o errato in senso assoluto. Si tratta di informazioni che vi è interesse a nascondere data l'imminenza del referendum, Censura in altre parole. Censura perchè articoli come quelli pubblicati precedentemente su questa vicenda, come questo ad esempio  http://www.notiziegenova.altervista.org/index.php/te-lo-nasondono/2608-fukushimaarrivo-della-contaminazione-in-italia-le-prove-su-tutto-quello-che-non-sappiamo influenzerebbero sicuramente l'esito della votazione se ben resi pubblici. Peccato che si tratta di una questione che mette in gioco  la salute di tutti. Ce lo siamo dimenticati che la democrazia implica il benesssere e il compimento della volontà del Popolo?
Siamo nel paese dove se ti muovi secondo Costituzione e per il bene della Repubblica vieni trattato come il peggiore dei pirati. Essia. Siamo nel paese dove i soldi e i porci comodi di pochi sono messi innanzi alla salute e al benestare di tutti. Questo no.
Non sappiamo nulla di quello che ci succede intorno e meno che mai adesso possiamo permetterci di avere tutti una pistola puntata alla tempia, cosa che il nucleare è. Se la centrale di Fukushima è dalla parte opposta della terra e le conseguenze degli errori sono arrivate nel nostro paese e nel resto del pianeta, non osiamo pensare a cosa potrebbe succedere se ci scoppiasse una cosa del genere "in casa".
Avete capito perchè bisogna votare 4 SI al referendum e perchè dobbiamo accorrere in massa e con grande gioia a questo evento? Perche questo referendum è l'ultimo barlume di speranza per la democrazia della nostra povera, martoriata, amata Italia!
Un SI, per dire no al nucleare! Per non farti uccidere!
Due SI per dire no all'acqua privata! Per continuare a sopravvivere normalmente come è sempre stato. L'acqua, come l'aria, è e deve essere pubblica.
Un SI per dire no al legittimo impedimento! Per essere tutti uguali davanti alla legge.
Il 12 Giugno 2011 Spegni la TV, alza il culo da quel divano e VAI A  VOTARE! 4 SI!
Se puoi entro mezzogiorno per evitare brogli. Fallo per il bene tuo, dei tuoi familiari, dei tuoi amici e di chi merita ancora qualcosa sulla faccia di questo pianeta. Dobbiamo essere venticinque milioni!! 25 000 000!! Dobbiamo trascinare tutti i pigri d'Italia in quelle dannate cabine elettorali, informare e direzionare chi non sa, fare volantini! Io ne ho stampati 1200 e già consegnati 400! Basta darli ad amici e parenti da mettere ben piegati nella cassetta delle lettere, ci vuole poco. Anche solo 10 a testa, da dare però alle persone giuste, quelle che il referendum non sanno neanche cosa sia. Si può votare fino al 13 giugno ma prima si va e meglio è.
Specialmente per come stanno le cose adesso qualora il referendum andasse male vi sarebbero non una, non due  ma ben tre spade di Damocle pendenti sulla testa di ciascuno di noi. Ora pensiamo a salvare il salvabile in questo paese, poi opereremo per cambiarlo in meglio, con speranza e fiducia nel futuro.
Ricordati che un sorriso vale di più di dieci euro ma se non vai a votare non potrai mai più avere ne l'uno ne l'altro.
Italiani! E' come se fosse una guerra. Stringiamo i denti!
Parola del più censurato del momento. Sul web e non solo. Cordiali saluti a tutti Lorenzo la Face, 4 Giugno 2011.
Un soleggiato pomeriggio nel centro storico genovese, tutto procede normalmente. Almeno sembra.
<Signora lo sa che sono arrivate in Italia le radiazioni da Fukushima?> <Ma figurati! E alla TV non dicono niente? Ma è uno scandalo siamo sotto referendum!> ..Non lo sa.
<Ciao! cosa ne pensi del fatto che alcuni alimenti in Italia sono contaminati dallo Iodio radioattivo arrivato da Fukushima?>  <Ahahah!> Sorride la studentessa <Io non ci credo che la nube è arrivata fino qui! E' Impossibile!>.  Tenerezza. Si stringe il cuore..
Non lo sanno..
Non sanno che le emissioni radioattive della centrale di Fukushima hanno ormai da settimane superato i valori di Chernobyl, o che il Codacons Liguria ha denunciato la Tepco per disastro ambientale.
Non sanno che Tepco aveva falsificato per anni i report dei controlli di sicurezza: il Giappone è il paese con il maggiore debito pubblico, e chi lo segue a ruota?  L'Italia, distaccando gli altri stati di varie lunghezze. http://www.economicshelp.org/blog/wp-content/uploads/2010/02/euro_debt.gif.
Si presuppone quindi che non sanno che le centrali italiane faranno probabilmente la stessa fine di quella giapponese, stando ai numeri http://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2011/03/17/litalia-verso-il-nucleare-esplosivo/mappa-centrali-nucleari-in-italia/ Non sanno che in Francia il CRIIRAD, la più grande rete di ricerca e informazione d'Europa per quello che riguarda la radioattività, ha invitato la popolazione a non ingerire acqua piovana, latte e verdura a foglia larga, e tutto ciò è successo da mesi.
Non sanno neanche che in Francia e in Finlandia vi sono centrali nucleari con reattore EPR (giudicato ormai pericoloso dall'autorità di sicurezza nucleare) con alcuni problemi tecnici., e non lo sanno che i limiti attuali non sono adeguati alla normativa EURATOM.....continua
Ultimo aggiornamento Sabato 15 Febbraio 2014 16:30
 
Contro i tagli alla sicurezza manifestazione del Silp Cgil, martedi a Savona PDF Stampa E-mail
Scritto da Luigi Sanguinetti   
Sabato 28 Maggio 2011 11:48

"Il Silp per la Cgil , unitamente alle altre OO-SS- di Polizia, denuncia i pesanti e devastanti effetti dei tagli alla sicurezza operati dal Governo con la Finanziaria 2009, dove la scure del Governo ha tolto al Comparto Sicurezza risorse pari ad oltre 1 miliardo di €uro per il triennio 2009-2011, con la manovra finanziaria 2010 sono state tagliate risorse pari a circa 600 milioni di euro per il triennio 2011-2013.Ai predetti tagli si aggiungono anche quelli relativi alle risorse per lo straordinario , che oltre a peggiorare le condizioni degli operatori del Comparto, rischiano di ridimensionare la capacità operativa delle forze di polizia, peraltro impegnate anche sul fronte dell’ emergenza immigrazione, con inevitabili ed enormi danni per la sicurezza dei cittadini.Risulta , inoltre, assolutamente inspiegabile l’operato del Governo nel non voler tutelare pienamente la specificità degli operatori del comparto sicurezza, e l’immobilismo dimostrato sul versante del riordino delle carriere.Il Governo non mantiene gli impegni assunti in più occasioni con gli operatori della Sicurezza ed il Paese.Sono queste alcune delle questioni di primaria importanza per la categoria e, conseguentemente, per la Sicurezza dei cittadini, che hanno indotto il SILP per la CGIL e le altre OO.SS a proseguire nella mobilitazione finalizzata a denunciare ancora una volta e in maniera sempre più decisa la cinica indifferenza del Governo rispetto alla critiche."Il segretario provinciale,Luigi Sanguinetti

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 46